Product added to your WishlistView Wishlist

Rapidissimo

Iscriviti aprendo un account, oppure usando un profilo social: noi riceveremo solo i dati essenziali alla registrazione.

Ordini

Controlla lo storico e lo stato degli ordini.

Profilo

Fatturazione, indirizzo di spedizione, nome…

Offerte

Tanti vantaggi e sconti per chi si iscrive al sito

X

Take your time

Vieni, prova, rilassati.
Se quello che ti piace non è perfetto niente paura! Da noi la sarta è a bordo…

Il noleggio vintage è qui

Da Sitenne si noleggia!
Feste in maschera, cerimonie, cinema, tv e teatro…

+39.06.77.25.09.91
  Siamo a Roma
in Via Petrarca, 1
ed il nome si pronuncia [sit̪ɛn:ɛ] Apertura

mar. – ven. : 10:00 – 19:30
sab : 11:00 – 19:00
alberta : alberta@sitenne.com
info : info@sitenne.com
Contatti

084408c8-aecc-43f6-8c7c-179062581914

Nonostante a volte possano coincidere, vintage e second hand sono due mondi distinti.

Il termine vintage viene dal francese vendenge e significa vino d’annata, quindi pregiato e sta ad indicare pezzi con una storia, abiti con un passato anche lontanissimo, in particolare dagli anni Venti agli Ottanta (prima è antiquariato, dopo è semplicemente vecchio), che tornano ad essere amati nuovamente. C’è anche un’altra teoria sull’etimologia del termine che vorrebbe la parola vintage inglese, intesa come derivazione dalla frase francese vingt ans d’age (20 anni di età).  Second hand invece è la traduzione letterale di seconda mano e fa riferimento, invece, a capi usati che non necessariamente devono essere vintage. Infatti un pezzo vintage può essere sia nuovo, con tanto di etichetta, che usato; mentre un second hand potrà essere sia vecchio, ossia dagli anni Novanta in poi, che vintage ma non sarà mai nuovo di zecca. La differenza sostanziale risiede nel valore che il primo ha acquisito nel corso del tempo per le sue doti di irripetibilità e irriproducibilità e per essere testimonianza dello stile di un’epoca passata, segnando profondamente alcuni tratti iconici di un particolare momento storico della moda e del costume. E ovviamente è diverso il motivo che sta alla base di una scelta o dell’altra: il vintage permette di dare un tocco unico e originale al proprio look, di distinguersi nell’omologazione che ormai appartiene alla nostra epoca; mentre la maggior parte delle volte chi ricorre al second hand lo fa più che altro per motivi economici.
La curiosità per il passato, la passione per abiti e gioielli che hanno fatto la storia nasce solitamente dal desiderio di distinguersi nell’era della produzione di massa in cui tutti ormai possono permettersi i marchi commerciali più conosciuti; vince così il desiderio di emergere tra la folla con uno stile originale e “fuori dal tempo”: si ricerca così quell’abito intramontabile, quell’accessorio che ci fa rivivere un’epoca passata ormai che le grandi catene d’abbigliamento possono solo imitare.

Share This